Giovedi, 27 aprile 2017 - ORE:12:59

Oscar 2013, le Nomination: 12 candidature per “Lincoln” di Spielberg

Oscars 2013

Oscar 2013

Los Angeles – ora locale 5:30 del mattino. Seth McFarlane, creatore di serie animate come I Griffin e American Dad, nonché regista e doppiatore dell’apprezzatissimo Ted, insieme alla collega Emma Stone, “una delle più brillanti attrici della sua generazione, meglio di Maryl Streep”, annuncia finalmente le nominations all’85esima edizione degli Academy Awards.

La lista, e anche l’annuncio in sé per sè, hanno riservato non poche sorprese, molte delle quali certamente positive. La prima cosa che non è difficile notare, infatti, è il tono rilassato con cui vengono presentati i nomi dei candidati, annunciate le categorie, stemperati gli animi dei presenti in sala e degli spettatori. Grande merito deriva certamente dall’estro di McFarlane, famoso per una comicità irriverente, dissacrante e politicamente scorretta, al quale per tale ragione è stata affidata anche la conduzione della cerimonia ufficiale, monotona e spenta ormai da troppi anni nei quali invano si è riusciti a vivacizzarla, nonostante la giovane e promettente conduzione Hathaway-Franco dell’edizione 2011.

Oscar 2013: le Nomination

Viene spontaneo chiedersi, sarà forse questo un anno buono per riportare smalto e gradevolezza ad una manifestazione rimasta imbalsamata e stantia troppo a lungo?

Magari a chiederselo è stato anche Leonardo Di Caprio, che però ancora una volta risulta esserne il grande escluso. Praticamente mai preso in considerazione dall’Academy nonostante le ottime prove recitative da lui fornite nel corso dell’ultimo decennio, è stato nominato ‘solo’ 3 volte: nel 1994 per ‘Buon Compleanno Mr Grape‘, nel 2005 per ‘The Aviator’ e nel 2007 per ‘Blood Diamond’, ma mai è riuscito ad aggiudicarsi l’ambita statuetta. Quest’anno si pensava potesse entrare in lizza nella categoria di miglior attore non protagonista ma si è rimasti ancora una volta delusi, e capirete perché se avete visto o vedrete ‘Django Unchained’, film che poteva, o forse doveva, regalare una nomination anche per il suo controverso regista.

Ma, ancora una volta fuori dalla corsa alla migliore regia, è purtroppo Quentin Tarantino, che si ‘consolerà’ con una nomination per la miglior sceneggiatura originale. Non è l’unica candidatura per il film, che compare fra i migliori lungometraggi e permette a Christoph Waltz  di ricevere la nomination a miglior attore non protagonista. Gli altri nominati sono Phillip Seymour Hoffman (The Master), Robert DeNiro (Silver Linings Playbook), Alan Arkin (Argo) e Tommy Lee Jones (Lincoln), tutti veterani della categoria.

Amour, già vincitore della Palma d’Oro a Cannes

Oscar 2013: amour haneke

La vera rivelazione della giornata è il lungometraggio Amour, già vincitore della Palma d’Oro a Cannes. Ci si aspettava una sua nomination fra i migliori film stranieri, ma la pellicola ci regala una vera e propria sorpresa riuscendo ad entrare anche fra i 9 candidati per il miglior film, categoria solitamente riservata ai lavori made in USA.

Inoltre, permette una candidatura alla sua attrice protagonista, Emmanuelle Riva, che diventa così la donna più anziana mai nominata, al suo regista, Michael Haneke, e alla sceneggiatura originale. Una bella soddisfazione per questa già pluripremiata produzione austro-tedesca, dettaglio su cui McFarlane si fa sentire scherzando: “L’ultima volta che Austria e Germania hanno coprodotto qualcosa è stato Hitler, quindi questo è molto meglio.”.  Aspettiamo i detrattori.

Ma la vera sfida della stagione sarà molto probabilmente quella tra il Lincoln di Spielberg, che porta a casa ben 12 nomination, fra cui miglior film, miglior regia e miglior attore protagonista (Daniel Day Lewis),  e Vita di Pi, 11 nomination fra cui miglior film e miglior regia per Ang Lee. La forza patriottica del film spielberghiano lo rende più appetibile agli occhi della ‘vecchia’ giuria dell’Academy e quindi questo particolare potrebbe forse fare la differenza fra le due pellicole, ma chissà che questo non sia un anno di considerevoli novità anche da questo punto di vista.

Fra coloro che si impegneranno per mettere i bastoni fra le ruote a questi due grandi titoli troviamo il musical tratto dal romanzo di Victor Hugo Les Misérables (8 candidature), Argo di Ben Affleck, sulla crisi degli ostaggi fra Stati Uniti e Iran (7), Zero Dark Thirthy di Kathryn Bigelow, sulla cattura di Osama Bin Laden (5). Fra gli outsider, la commedia Silver Linings Playbook (rinominata in Italia ‘Il Lato Positivo’) e il film indipendente Beast Of The Southern West, vincitore al Sundance 2013, oltre ai già citati Amour e Django Unchained.

Bocciatissimi, come era prevedibile, i grandi kolossal ‘Lo Hobbit’, ‘Il Cavaliere Oscuro – Il ritorno’ e ‘Prometheus’, che non appaiono in nessuna delle grandi categorie.

Di seguito tutte le nominations agli Oscar 2013:

 

Miglior film
– Amour
– Vita di Pi
– Argo
– Lincoln
– Beasts of the Southern Wild
– Silver Linings Playbook
– Django Unchained
– Zero Dark Thirty
– Les Misérables

Miglior regia
– Michael Haneke per Amour
– Benh Zeitlin per Beasts of the Southern Wild
– Ang Lee per Vita di Pi
– Steven Spielberg per Lincoln
– David O. Russell per Silver Linings Playbook

Miglior attore non protagonista
– Alan Arkin per Argo
– Robert De Niro per Silver Linings Playbook
– Philip Seymour Hoffman per The Master
– Tommy Lee Jones per Lincoln
– Christoph Waltz per Django Unchained

Migliore attrice non protagonista
– Amy Adams per The Master
– Sally Field per Lincoln
– Anne Hathaway per Les Misérables
– Helen Hunt per The Sessions
– Jacki Weaver per Silver Linings Playbook

Migliore sceneggiatura originale
– Flight
– Zero Dark Thirty
– Django
– Amour

Migliore sceneggiatura non originale
– Argo
– Lincoln
– Vita di Pi

Miglior film straniero
– Amour (Francia)
– Kon-Tiki (Norvegia)
– No (Cile)
– A Royal Affair (Danimarca)
– War Witch (Canada)

Miglior film d’animazione
– The Pirates! Band of Misfits
– Frankenweenie
– Brave (Ribelle)
– ParaNorman
– Ralph Spaccatutto

Migliore fotografia
– Anna Karenina
– Django Unchained
– Vita di Pi
– Lincoln
– Skyfall

Miglior montaggio
– Argo
– Vita di Pi
– Lincoln
– Silver Linings Playbook
– Zero Dark Thirty

Migliore scenografia
– Anna Karenina
– Lo Hobbit
– Les Misérables
– Vita di Pi
– Les Miserables

Miglior trucco
– Hitchcock
– Lo Hobbit
– Les Misérables

Migliori costumi
– Anna Karenina
– Les Misérables
– Lincoln
– Biancaneve (Mirror Mirror) nomination postuma per Eiko Ishioka
– Biancaneve e il cacciatore

Migliori effetti speciali
– Lo Hobbit
– Vita di Pi
– The Avengers
– Prometheus
– Biancaneve e il cacciatore

Migliore colonna sonora
– Anna Karenina ( per l’italiano Dario Marianelli)
– Argo
– Vita di Pi
– Lincoln
– Skyfall

Migliore canzone
– “Before My Time” da Chasing Ice
– “Everybody Needs A Best Friend” da Ted
– “Pi’s Lullaby” da Vita di Pi
– “Skyfall” da Skyfall
– “Suddenly” da Les Misérables

Miglior sonoro
– Argo
– Les Miserables
– Vita di Pi
– Lincoln
– Skyfall

Miglior montaggio sonoro
– Argo
– Django Unchained
– Vita di Pi
– Skyfall
– Zero Dark Thirty

Miglior documentario
– 5 Broken Cameras
– The Gatekeepers
– How to Survive a Plague
– The Invisible War
– Searching for Sugar Man

Miglior cortometraggio documentario
– Inocente
– Kings Point
– Mondays at Racine
– Open Heart
– Redemption

Miglior cortometraggio
– Asad
– Buzkashi Boys
– Curfew
– Death of a Shadow (Dood van een Schaduw)
– Henry

Miglior cortometraggio d’animazione
– Adam and Dog
– Fresh Guacamole
– Head over Heels
– Maggie Simpson in “The Longest Daycare”
– Paperman

 

L’appuntamento è quindi al Dolby Theatre di Los Angeles dove, la notte del 24 febbraio, verranno finalmente eletti i vincitori.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 6 minutes, 36 seconds
Scrivi la tua opinione


  • Ti potrebbe interessare

  • Link che ci piacciono

    Copy to clipboard Update my DFP setup
  • Leggi qui

  • Consigliato

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.