Mercoledi, 13 dicembre 2017 - ORE:21:42

Cannes Film Festival 2012: vince ancora Haneke, sorpresa Garrone


Si è conclusa ieri la 65^ edizione del festival del cinema di Cannes e la lista dei vincitori ha offerto molte conferme ma anche molte inattese sorprese. Prima fra tutte la tanto sperata vittoria dell’unico film italiano in concorso, ‘Reality’ di Matteo Garrone, che bissa il successo ottenuto nel 2008 con ‘Gomorra’ e si aggiudica il Grand Prix della Giuria, prestigiosamente composta, fra gli altri, dagli attori Diane Kruger e Ewan McGregor, il regista Alexander Payne e lo stilista Jean Paul Gaultier e presieduta dal nostrano Nanni Moretti, che in conferenza stampa ha dichiarato: “Mi sento molto bene perché ho otto nuovi amici. I festival devono sapere che, quando chiameranno uno di noi, arriveranno anche gli altri otto. Tutti andremo a Locarno, Venezia e perfino in Corea!”.

Smartwatch free

Il premio più prestigioso, la Palma d’Oro, è invece andato a Michael Haneke per il suo struggente ‘Amour’, che in Italia vedremo a fine ottobre. Uno dei film più sentimentali del regista, una commovente storia d’amore, quello vero che dura per sempre, che ha come protagonista una coppia di anziani, gli eccellenti Jean-Louis Trintignant ed Emmanuelle Riva.

Un trionfo preannunciato dal grande successo di pubblico e critica, ma soprattutto una grande conferma dopo i trionfi di “La pianista”, che ebbe il Grand prix nel 2001, “Niente da nascondere”, che ottenne la miglior regia nell’edizione 2005, ed il “Nastro bianco” Palma d’oro 2009.

Premio della giuria anche per l’attualissimo “The Angel’s share” di Ken Loach mentre quello per la sceneggiatura va a Cristian Mungiu per “Beyond the Hills”, storia di due orfane rumene, con un premiatissimo cast: vincono infatti il premio come migliore attice ad ex aequo le due protagoniste Cosmina Stratan e Cristina Flutur.

Miglior interprete maschile invece è il danese Mikkel Sen di “The Hunt”.
Per la regia premiato il criticato e controverso “Post tenebras lux” del messicano Carlos Reygadas.

Lasciano la croisette a mani vuote gli americani, implicitamente criticati dal non aver raccolto nemmeno un premio, ed esplicitamente attaccati non troppo velatamente dallo stesso Moretti che ha affermato: “Penso che forse se si fossero cercati i film a bassissimo costo, ci saremmo trovati di fronte pellicole meno leccate, ma più autentiche e vitali”.

Ecco tutti i premi in ordine di consegna:

Camera d’Or
Beasts of the Southern Wild” di Benh Zeitlin

Premio della Giuria
The Angels’ Share” di Ken Loach

Miglior sceneggiatura
Beyond the Hills” di Cristian Mungiu

Miglior regia
Post Tenebras Lux” di Carlos Reygadas

Miglior attore
Mads Mikkelsen – “The Hunt” di Thomas Vinterberg

Migliore attrice
Ex aequo: Cosmina Stratan e Cristina Flutur – “Beyond the Hills” di Cristian Mungiu

Gran Premio della Giuria
Reality” di Matteo Garrone

Palma d’Oro
Amour” di Michael Haneke



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 56 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.