Mercoledi, 28 giugno 2017 - ORE:21:07

The Mentalist: mentire renderà solo le cose più semplici


the mentalist serie tv

The Mentalist è una serie televisiva poliziesca made in USA creata da Bruno Heller e prodotta dal 2008. Composta da 5 stagioni, attualmente in Italia va in onda la quarta, trasmessa in prima serata su Rete4 di Giovedì.

Nel vastissimo panorama dei polizieschi, l’unico modo per permettere al proprio prodotto di sopravvivere è garantire quell’aspetto originale che fa la differenza. In questo format ciò è garantito dal suo protagonista: Patrick Jane (Simon Baker),  Mentalista di professione, in forze come consulente al C.B.ICalifornia Bureau of Investigation, un’agenzia investigativa fittizia dello stato californiano).

La trama della serie ruota intorno alla ricerca della vendetta di Patrick verso John il Rosso, famigerato serial killer che uccise senza pietà la moglie e la figlia del protagonista. Quindi tutto nell’ordinario? Classico eroe senza macchia che subisce un torto e cerca il proprio riscatto? Niente di più sbagliato. Infatti la storia del nostro consulente è ben più complicata di così.

Patrick da bambino vive con il padre Alex, lavorando in un circo e facendosi conoscere come medium con il soprannome  lo stupefacente ragazzo paranormale. Naturalmente si tratta solo di trucchi mentali insegnati dal genitore che a sua volta si finge guaritore o capace di comunicare coi morti truffando i suoi clienti. Crescendo continua la sua carriera di sensitivo arricchendosi con sedute private e aiutando la polizia, cosa che lo porterà a comparire in diversi programmi televisivi. Proprio durante una di queste trasmissioni, sicuro e spavaldo, provoca il killer John il Rosso definendolo un “Piccolo uomo, brutto e tormentato” che cerca il suo momento di gloria compiendo i suoi delitti. La rivalsa del criminale sarà immediata. Rientrato a casa dallo show Jane trova la porta della sua villa a Malibù aperta ed una volta entrato una lettera sulla porta della camera della figlia lasciata dal criminale. Il messaggio dice: “Caro signor Jane, non mi piace essere insultato sui media, specialmente da un piccolo imbroglione avido di denaro come lei. Se lei fosse un vero sensitivo, non avrebbe bisogno di aprire questa porta per sapere cosa ho fatto alla sua deliziosa moglie e a sua figlia“. Patrick trova così le donne della sua vita morte sul pavimento e sul muro il terribile marchio di John: lo smile dipinto con il sangue delle sue vittime.

Egli dopo un periodo di ricovero coatto in una clinica psichiatrica in seguito ad un crollo nervoso, ammette pubblicamente di essere un truffatore e ripudia la sua precedente carriera, cominciandone una nuova al C.B.I nella squadra guidata da Teresa Lisbon (Robin Tunney), agente segnata dal passato di un padre violento che crede nelle capacità di Jane, ma teme anche il fine che persegue. Il team oltre a Lisbon e Patrick comprende: Wayne Rigsby, uomo muscoloso e amichevole; Kimball Cho, di origini coreane, agente dal carattere duro e con un passato da ex membro di una gang; infine ultimo membro è Grace Van Pelt, avvenente donna dai capelli rossi combattiva e molto credente (spesso infatti discute con Jane che è apertamente scettico).

Patrick, uomo dall’aspetto gioviale,perennemente allegro ed estremamente sincero, confonde con il suo aspetto da finto tonto e buontempone coloro a cui pone delle domande facendo abbassare loro la guardia. Nello stesso tempo però studia scrupolosamente il linguaggio non verbale dei suoi interlocutori e le risposte che danno arrivando ad utilizzare dettagli che agli altri paiono insignificanti per arrivare a incastrare i colpevoli. La sua squadra crede ciecamente in lui pur non comprendo sempre le sue azioni, Jane ricambia la fiducia prodigandosi in ogni modo per i suoi compagni. Esso però sotto la sua maschera da uomo tranquillo amante del tè e dei dolci, nasconde un lato oscuro e rabbioso pronto ad uscire ogni volta che ha la possibilità di avvicinarsi a Red John, e che spesso lo metterà in situazioni difficili per lui e per chi gli sta accanto.

La serie The Mentalist si colloca tra quei polizieschi atipici, dove non sono le ricerche della scientifica o le indagini portate avanti a suon di ossa rotte che portano alla conclusione dei casi, ma bensì qui è il potere della mente di manipolare e convincere a far da padrone. Infatti in ogni episodio il nostro protagonista si esibisce in qualche nuovo trucco che ci fa domandare dove voglia arrivare e per quale scopo si comporti così, tanto che la stessa squadra ha spesso dei dubbi, ma segue lo stesso le iniziative di Patrick sostenendolo coi mezzi che possiede. La lotta di Jane con il suo acerrimo nemico John il Rosso prende spunto dalla sfida tra Sherlock Holmes e la sua nemesi il Dr. Moriarty, sono molti gli elementi infatti che accomunano John con quest’ultimo: entrambi sono menti geniali, il loro volto è sempre nascosto nell’ombra, tutti e due  sono affiancati da una schiera di servitori e discepoli disposti a morire per i loro maestri e infine hanno conoscenze nelle alte sfere della polizia e della politica pronte a coprirli quando in difficoltà.

The Mentalist Serie Tv

Format non rivoluzionario ma estremamente fresco e godibile, riesce con il suo tono sempre leggero a trattare argomenti spesso molto crudi o tristi senza renderli poco digeribili. Questo merito del suo protagonista, interpretato da un beffardo e irriverente Simon Backer, perfetto nel suo ruolo ma anche degli altri comprimari, tutti caratterizzati molto bene e che creano un insieme molto ben confezionato. Consiglio dunque questa serie tv per chi è stufo di polizieschi truculenti o iperviolenti ma vuole qualcosa di più ragionato e allo stesso tempo solare ma non inferiore per trama e colpi di scena. Vi assicuro che una volta visto Patrick Jane in azione non riuscirete a staccarvi facilmente dallo schermo, buona visione!

Per guardare gli scatti più belli della serie tv “The Mentalist” clicca sull’immagine sottostante:



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 5 minutes, 48 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.