Giovedi, 21 settembre 2017 - ORE:10:45

Il nostro giudizio sul Lucca Film Festival

lucca film festival

giudizio sul Lucca Film Festival

Il giudizio sul Lucca Film Festival è buono ma c’è da migliorare!

Con la serata Lucca Effetto Cinema si è conclusa la decima edizione del Lucca Film Festival ed è il momento dunque di tirare le somme su questo evento.

L’edizione di quest’anno ha visto la partecipazione di tre importanti nomi del panorama filmico internazionale: David Lynch, John Boorman e Julio Bressane. I primi due, ben noti al grande pubblico, sono considerati maestri del cinema ed hanno ricevuto infatti due premi alla carriera, ma anche Bressane sebbene meno noto è considerato nel circuito cinematografico uno dei maggiori sperimentatori degli ultimi quarant’anni. Ospiti di grandissimo spessore a riprova dell’importanza che sta assumendo questa rassegna nel panorama nazionale e oserei dire da quest’anno pure in quello europeo, come dimostrano i migliaia di visitatori anche stranieri che hanno invaso la città.

Lucca

Invasione è il termine giusto per descrivere anche l’affluenza di pubblico alla conferenza e alla lezione di cinema di David Lynch, dove diverse centinaia di persone, causa mancanza dei posti, sono rimaste chiuse fuori senza poter seguire così gli eventi. Visto il nome del personaggio era d’obbligo aspettarsi una così vasta partecipazione ai suoi interventi e dunque prepararsi per permettere al maggior numero di visitatori di poter partecipare, evitando così la situazione che si è verificata nel giorno della conferenza sulla meditazione trascendentale dove i posti erano solo 120 a fronte di almeno 500 persone.

Sarebbe stato auspicabile dunque usare per tutti gli interventi del maestro la Chiesa di San Francesco (location della lezione di cinema) o il Cinema Moderno (location della premiazione), entrambi ambienti da 600 posti. Va anche detto però come ha sottolineato il presidente del festival Nicola Borrelli che in certi casi sarebbe necessaria anche un’educazione dello spettatore, perchè purtroppo anche nei grandi festival può capitare di restare fuori e se ciò è oggettivamente brutto lo è altrettanto sberciare e urlare all’esterno lamentandosi di ciò disturbando in tal modo chi invece voleva godersi l’evento.

I giorni di Lynch sono stati effettivamente l’unico momento di “crisi” dell’evento perché in seguito tutto si è svolto più fluentemente. Le proiezioni dei film dei tre registi nonostante qualche problema tecnico, hanno registrato sempre un’ottima affluenza, come le lezioni di cinema, tenute dopo Lynch anche da John Boorman e Julio Bressane. Tutti e tre gli artisti hanno espresso pareri molto positivi sul festival ed hanno speso pure belle parole per la città di Lucca ed i suoi abitanti ed in particolar modo John Boorman che dopo aver ritirato il suo premio, con la sua consueta energia e simpatia ha detto “Ringrazio gli splendidi abitanti della città di Lucca per la loro generosità e la loro calorosa accoglienza. Io e mia figlia porteremo sempre nel cuore il ricordo di questa breve ma intensa esperienza. Grazie di cuore a tutti”.

lucca

Un successo si sono rivelati pure il Master di Musica applicata all’immagine promosso dall’Istituto Musicale Lucchese Luigi Boccherini, il concerto in onore di Lynch con una selezione di brandi dei suoi film eseguiti dai migliori allievi dell’Istituto Boccherini e la mostra delle opere pittoriche, fotografiche e litografiche del regista americano aperta fino al 2 Novembre presso gli ex macelli comunali. Infine il concorso dei cortometraggi è stato vinto da Esther Urlus con il suo corto Red Mill, sulla sperimentazione dei colori.

Il Lucca Film Festival dopo anni di sacrifici e gavetta quest’anno doveva dare una prova di maturità e ce l’ha fatta ottenendo una sufficienza visto pure l’alto gradimento degli ospiti. Lucca è giusto che festeggi per quanto è riuscita ad ottenere con questo festival ma appena passata la sbornia la concentrazione dovrà tornare ai massimi livelli per la pianificazione futura. Per rimanere in alto bisogna puntare all’eccellenza e se si vuole raggiungerla certi incidenti di percorso non dovranno assolutamente essere più commessi.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 55 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.