Domenica, 22 gennaio 2017 - ORE:23:26

In American Hustle l’apparenza inganna

American Hustle

American Hustle

American Hustle, gli anni della truffa

Irving Rosenfeld è un abile truffatore che incontra un’altrettanto scaltra ed elegante Sydney Prosser ed insieme si mettono nei guai. DiMaso, giovane agente dell’FBI, gli concede la possibilità di sfuggire alla galera collaborando con la polizia per smascherare alcuni politici corrotti, tra cui il sindaco di Camden Carmine Polito. Ma di chi truffa per vivere non ci si può fidare e la rete di imbrogli in cui si intrappoleranno i personaggi a vicenda glielo chiarificherà ulteriormente.

L'apparenza inganna

David O.Russell alla guida di un super cast

Eric Warren Singer firma la sceneggiatura (inserita nel 2010 nella black list delle 10 migliori sceneggiature mai portate sul grande schermo) di questo drama brillante il cui ritmo incalzante e la qualità tecnica è merito senz’altro del regista David O. Russell che ricorderete tutti per Il lato positivo, film che ha risaltato il talento della giovane Lawrence tanto da farle ottenere un Oscar alla scorsa edizione del premio. Il regista, però, ha diretto in precedenza anche Christian Bale, Amy Adams, Bradley Cooper e Robert De Niro, che qui ritroviamo tutti, con l’aggiunta di Jeremy Renner.

American Hustle

Le luci e la sceneggiatura e le colonne danno il tocco finale

Due parole sul cast stellare andavano spese, ma è giusto anche chiamare in causa chi ha resuscitato gli anni 70 attraverso la luce, Linus Sandgren, o chi ha curato il ritmo della storia rendendo l’intreccio sentimentale e truffaldino tanto coinvolgente, ovvero Jay Cassidy, Crispin Struthers, Alan Baumgarten. Le musiche non solo riportano indietro nel tempo, ma interagiscono con i personaggi per creare contesti ideali per l’estro artistico dei vari attori, quindi citiamo anche chi si è occupato della colonna sonora: Danny Elfman. 

Veniamo introdotti nella storia da voci fuori campo durante alcune slow motion, come insegna Martin Scorsese, per poi essere riportati al presente. In questo modo entriamo in confidenza con i personaggi e riusciamo a percepire l’amarezza della loro realtà, anche se in maniera spesso ironica.

La metamorfosi del cast

Christian Bale è (uno) sformato, Jennifer Lawrence è una casalinga disperata e alcolizzata, Bradley Cooper è un ingenuo ragazzo solitario, Amy Adams è una poco di buono e Robert De Niro parla arabo.
Sembra quasi che il film sia stato un esperimento e che la traduzione italiana del titolo L’apparenza inganna faccia riferimento proprio alla metamorfosi che gli attori hanno dovuto affrontare, sia fisica che caratteriale, per dare il massimo sul set.

Jennifer Lawrence

Detto questo, va precisato come, ancora una volta, sia Jennifer Lawrence a catturare l’attenzione dello spettatore, nonostante il suo personaggio è in qualche modo secondario agli altri.
La storia, che si basa su fatti realmente accaduti, risulta come una versione romanzata degli avvenimenti perché i protagonisti sono tutti personaggi molto forti e le loro situazioni mettono più volte in secondo piano quella che è la vera trama.

Un film che finalmente, dopo tanti anni, sorprende

Ormai è sempre più difficile dare vita sul grande schermo ad una storia senza che ne ricordi un’altra. Commedie e film drammatici vengono prodotti continuamente, soprattutto in America, ma American Hustle è riuscito a guadagnarsi comunque un posto tra i film più originali degli ultimi anni.

Ecco il trailer:



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 19 seconds
Scrivi la tua opinione


  • Ti potrebbe interessare

  • Link che ci piacciono

    Copy to clipboard Update my DFP setup
  • Leggi qui

  • Consigliato

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.