Mercoledi, 13 dicembre 2017 - ORE:21:22

10 film brit per conoscere l’Inghilterra e i suoi lati bui

conoscere l'Inghilterra

conoscere l'Inghilterra

Per conoscere l’Inghilterra? Non c’è bisogno di prendere un volo, vi bastano 10 film

1) I giovani arrabbiati (look back in anger): dramma del 1958 diretto da Tony Richardson. Film in bianco e nero quasi dimenticato, ma attualissimo, mai noioso.
Due giovani di estrazione sociale molto diversa, lui, Jimmy, ha un banco di dolci al mercato, lei, Alison, proviene dai un’agiata famiglia borghese, si innamorano e si sposano, pur essendo ostacolati da tutti. Ben presto nella coppia sorgono problemi di incomunicabilità. Quando lei rimane incinta non sa come dirlo a Jimmy, intimorita dai suoi scoppi d’ira che spesso sfociano in pesanti violenze fisiche. Alison non trova conforto da nessuna parte, nemmeno dalla migliore amica Helena, un’ aspirante attrice teatrale.

Smartwatch free

anger
Dopo aver lasciato il marito per tornare a casa, quest’ultimo si fa consolare dall’amica della moglie instaurando una relazione ambigua.
Ritratto duro e mai sereno di esistenze che non sanno qual’ è il loro posto nel mondo e che ogni giorno affrontano una grandissima sfida con la vita.

2) Family Life (1971), regia di Ken Loach, il regista dei poveri, che di recente ha conquistato l’Orso d’oro alla carriera al festival di Berlino.
Janice è una giovane ragazza della “working class” inglese. Rimane incinta e vorrebbe tenere il bambino ma la madre autoritaria la costringe ad abortire per non diventare vittima delle voci del quartiere in cui vivono. Passivmanete Janice accetta la situazione e ubbidisce.

family
L’opprimente clima familiare porterà la giovane prima all’anoressia, piano piano alla schizofrenia. Verrà rinchiusa con forza in una clinica psichiatra dove il suo stato mentale, invece di migliorare, peggiorerà sempre più fino a diventare irreversibile; i medici non saranno in grado di trovare l’origine del suo disagio.
Una dura denuncia contro l’estrema e ottusa borghesia inglese dell’epoca e contro metodi di cura in grado solo di mettere a tacere il dolore, invece di alleviarlo.

3) Orlando (1991) di Sally Porter. Protagonista Tilda Swinton tratto dall’omonimo romanzo di Virgina Woolf. Elizabetta I regina d’Inghilterra, ordina al beniamino Orlando di rimanere giovane per sempre e lui obbedisce.

orlando

Inizia così il suo lungo viaggio attraverso i secoli della storia Inglese e attraverso il cambio di sesso, egli infatti si ritroverà prima uomo e poi donna, scoprirà cosa significa amare e come evolve la posizione della donna all’interno della società.

Indimenticabile.

4) Riff Raff ( 1991) ancora Ken Loach, ancora uno spaccato della working classe inglese.
Stevie esce di prigione e trova lavoro in un cantiere di Londra come manovale. Senza assicurazione, senza casa, con i soldi che bastano a malapena per mangiare conduce un’esistenza al margine insieme ai suoi compagni di lavoro.
Incontra e si innamora di Susan aspirante cantante che passa la maggior parte del suo tempo a farsi di eroina.

riff raff Un film che, pura raccontando esistenze squallide e senza via di uscita, scorre limpido.
Un importante spaccato della vita del proletariato inglese all’epoca della Thatcher.

5) Emma, (1996) tratto dal romanzo di Jane Austen. Il film è immerso in un’atmosfera positiva e vittoriana. Si svolge completamente nella campagna inglese. Emma, interpretata da Gwyneth Paltrow figlia di un aristocratico della piccola comunità in cui vive è molto intelligente e si diverte a combinare matrimoni per far felici gli altri.

emma

Non vuole cedere all’amore e si rifiuta di sposarsi fino a quando eventi imprevedibili sconvolgono la sua tranquilla esistenza.
Un film perfetto per calarsi nella tradizionale atmosfera inglese: salotti, tazze di tè, tramezzini al cetriolo, scones, marmellate, muffins e fette di Victoria sponge.

6) Me without you (2002) di Sandra Goldbacher. Storia di formazione e amicizia. Crescita e ingresso nell’età adulta di Holly and Marina, amiche inseparabili, quasi sorelle.
Una trasgressiva e ribelle, l’altra studiosa, segretamente innamorata del fratello maggiore della prima. Nel corso degli anni si perderanno e si ritroveranno per i motivi più disparati, tra cui anche il diverso modo di concepire la vita.

mewu

Indimenticabili le atmosfere nebbiose e piovese della campagna inglese e della Scozia, in cui è ambientata una parte del film.

7) Magdalene (The Magdalene sisters) (2002) film-denuncia diretto da Peter Mullan e vincitore del Leone D’oro. Racconta senza filtri, in maniera durissima quello che realmente accadeva nei conventi devoti alla Maria Maddalena in Irlanda.
Nelle case della Maddalena erano rinchiuse ragazze orfane, violentate, ragazze madri o affette da disagi psichici.

magdlene

Le giovani erano costrette a lavorare come lavandaie non retribuite e venivano sottoposte ad ogni tipo di violenza da parte degli uomini e delle donne “di fede”.
Il regista si è ispirato al documentario “Sex in a cold climate” e ha raccolto testimonianze dalle donne che sono riuscite a scappare dall’inferno.
Da guardare assolutamente se avete apprezzato il recentissimo “Philomena” con Judi Dench.

8) Il segreto di Vera Drake (2004) di Mike Leigh, anche questo vincitore del Leone d’oro a Venezia.
Londra 1950, Vera è una moglie perfetta, madre premurosa, discreta e devota ma ha un segreto: pratica aborti clandestini a giovani donne, spesso dalla vita difficile, che non possono permettersi di crescere un bambino.

vera

Le cose si complicano quando una delle ragazze da lei assistita finisce in ospedale.
Da questo momento emergono altri segreti della vita di Vera, scopriamo, per esempio che è davvero convinta di aiutare quelle donne, per il suo intervento infatti, non chiede denaro e che anche lei, da ragazza, ha subito un aborto.

9) This is England (2006) di Shane Meadows. Se vi piacciono i sobborghi inglesi, la cultura skinhead e le storie sui delinquenti questo è il fim che fa per voi.
Siamo nel 1983 e il piccolo Shawn, vittima del bullismo a scuola, entra nel gruppo skinhead di Combo per ricevere protezione e trovare amici.

this is england
Seguiamo le vicissitudini, la vita e le bravate dei ragazzi e delle ragazze del giro.
Attori quasi sconosciuti ma bravissimi, un’ambientazione anni 80 azzeccata, colonna sonora perfetta e costumi eccezionali.
Un ritratto dolce amaro di una terra piena di contraddizioni e di una gioventù che non sapendo dove andare vaga nel buio, senza meta.

10) Submarine (2010) di Richard Ayoade. Un film inglesissimo, anzi estremamente Indie, in certi punti anche troppo forse. Entriamo nella quotidianità del giovane Oliver Tate. A scuola è preso di mira dai bulli, la ragazza di cui è innamorato, Jordana Beaven, lo nota appena, si impegna in ogni momento per non far crollare il precario rapporto dei genitori.
Asociale, appassionato di musica e di cinema, ossessionato dall’esigenza di sintetizzare schematicamente ogni momento della sua vita, il giovane Oliver cresce, affronta le prime delusioni, ma anche le prime conquiste.

sub
Fotografia opaca e sgranata, un paesaggio marino inglese che fa da sfondo a una storia delicatissima, ma allo stesso tempo un po’ disagiante.
Colonna sonora di Alex Turner, cantante degli Arctic Monkeys, l’inglesità non si risparmia.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 6 minutes, 23 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.