Martedi, 21 novembre 2017 - ORE:14:36

Work in progress per “Grace di Monaco”con Nicole Kidman


Smartwatch free

Se c’è un simbolo di eleganza, di virtù, di classe e di bellezza : quella è proprio Grace Kelly, che ha fatto sognare un’intera generazione, quando ha deciso di lasciare il mondo dorato del cinema per sposare il suo “principe azzurro”, Ranieri di Monaco. Un amore quasi “idilliaco”, che siamo abituati a vedere nei cartoni Disney o a leggere in quelle righe bellissime delle favole che ci fanno fare castelli in aria!

Il film, prodotto dalla Lucky Red e diretto dal talentuoso regista, Oliver Dahan, timoniere de “La Vie En Rose” , ha da poco confermato che sarà proprio Nicole Kidman a calarsi nel ruolo della principessa. Forse per un’indubbia somiglianza nei tratti aristocratici, il portamento “regale” e il glamour straordinario, caratterizzato da uno stile inconfondibile di grazia, charme e discrezione.

Grace Kelly nasce da una famiglia ricca americana, studia, si diploma a New York presso l’American Academy of Dramatic Arts e in breve tempo appare in varie produzioni televisive.

Divenuta star internazionale, cattura l’attenzione del maestro del brivido, Alfred Hitchcock, che la ingaggia per ruoli da protagonista, come in “Delitto Perfetto”, “La finestra sul cortile” e “Caccia al ladro”.

Quest’ultimo film viene girato in Francia, nella suggestiva Costa Azzurra, un luogo che cambierà il destino della giovane. Durante la partecipazione al film festival di Cannes, Grace viene invitata ad un incontro con il Principe Ranieri , che invaghitosi di lei al primo sguardo, fa di tutto per corteggiarla e conquistare il suo cuore, coprendola di ogni attenzione e di lettere rosa.

Nel 1956 viene annunciato il loro fidanzamento, ma sotto la grande felicità dell’attrice, a livello professionale si consuma la rottura, ormai prossima, con la casa cinematografica americana, la Metro Goldwyn Mayer, che le propone di fare un ultimo film. Ma Grace rifiuta, congedando per sempre la carriera di artista per maritarsi con il suo grande amore.

Il fastoso matrimonio segna l’addio definitivo di Grace non solo al set, ma anche all’America; celebrato il 18 aprile 1956 rappresenta le nozze dell’epoca e la consacrazione di Grace principessa di Monaco. E fa ben presto il giro del mondo: tutti ne parlano!

Dall’unione nasce Carolina, Alberto e Stefania, allevati ed educati dalla madre come se fossero dei bambini comuni.

Il sipario sulla sua vita cala il 13 settembre 1982 a causa di un terribile incidente stradale che travolge Grace, allora cinquantaduenne.

La pellicola non canterà la biografia di Grace, ma si focalizzerà sulla scelta della diva di Hollywood che, pur di coronare il sogno di unirsi a Ranieri, decide di rinunciare alla vita di attrice, come tra l’altro impone l’etichetta di corte.

Sullo sfondo la delicatissima situazione politica della Francia degli anni sessanta, governata da De Gaulle, che accusa il Principato di Monaco di essere un paradiso fiscale troppo scomodo.

Si sussurra di un possibile rivolgimento interno, di un colpo di stato che potrebbe destituire Ranieri.

Insomma un quadro storico piuttosto complesso, risolto in modo diplomatico anche da Grace Kelly, alle sue ampie conoscenze, relazioni e alleanze in tutto il mondo, che si è mossa dietro le quinte del potere per cercare una soluzione , al fine di salvaguardare e proteggere la pericolante dinastia Grimaldi.

Sebbene “Grace di Monaco” uscirà nel 2014, è un film che è già nell’aria, perchè se ne parla molto, suscitandoci una forte curiosità ed impazienza di vedere cantare il coraggio, la grinta e la coltivazione di un grande valore fondato sull’amore sacro, di una donna, di una moglie e di una madre che diceva : “Il ruolo naturale delle donne è essere un pilastro della famiglia” .



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 42 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.