Lunedi, 29 maggio 2017 - ORE:07:45

Recensione Snoopy and friends: Il ritorno dei Peanuts


Snoopy & friends

Con la scomparsa di Charles Monroe Schulz nel Gennaio del 2000 le strisce a fumetti dedicate a Charlie Brown e i suoi amici cessarono di uscire, interrotte per rispetto al suo autore. Rispetto che Schulz aveva sempre richiesto anche per le trasposizioni in altri media dei suoi adorati personaggi e che pur con qualche compromesso aveva sempre ottenuto.

Per questo c’era un certo alone di scetticismo su Snoopy and friends dato che sarebbe stato il primo film in CGI della serie ma soprattutto sarebbe stato il primo ad uscire senza la supervisione dello storico fumettista. Però il film diretto da Steve Martino  (Ortone e il mondo dei Chi) pur rivolgendosi principalmente ai più piccoli si è rivelato un lavoro più che discreto.

Trama Snoopy and friends

In una spensierata cittadina americana vive il piccolo Charlie Brown, studente delle elementari perennemente tormentato dal pensiero di essere un perdente. Un giorno però in città si trasferisce una nuova bambina dai capelli rossi della quale si innamora a prima vista.

snoopy and friends

Charlie Brown decide dunque di tentare di conquistarla ma per farlo dovrà scrollarsi di dosso l’etichetta di perdente. L’impresa richiederà per forza l’aiuto del suo fido cane Snoopy, che nonostante sia impegnato nella stesura del romanzo sulla sua lotta al Barone Rosso non lascerà da solo il suo padrone che vuole dimostrare a tutti i suoi amici ma soprattutto a se stesso di essere un vincente.

Meno sarcastici ma comunque divertenti

snoopy and friendsIl termine con cui definire al meglio Snoopy and Friends è carino, che tradotto è: ben fatto ma manca di qualcosa.

Il film di Martino ha infatti moltissimi pregi: una coloratissima computer grafica, la presenza di tutti i personaggi storici, tante gag divertenti vecchie (il calcio al pallone non poteva mancare) e nuove, ma per la scelta di rivolgersi ai più piccoli manca di quella vena umoristica pessimista/malinconica ben marcata nei lavori di Schulz che avrebbe divertito maggiormente il pubblico adulto.

Snoopy and friends resta però un buon prodotto che ha il suo punto di forza nel raccontarci da una parte le disavventure dell’imbranato Charlie Brown e dall’altra quelle del buffo Snoopy alle prese col suo “capolavoro” letterario. Una divisione che giova al ritmo del film che ne guadagna in varietà.

Snoopy and friends è in conclusione un film per piccoli che non mancherà di divertire anche i fan adulti più sfegatati di Charlie Brown e i suoi amici, anche se il vero Charlie Brown era altra cosa.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 56 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.