Mercoledi, 13 dicembre 2017 - ORE:21:23

Recensione e commento al film The drop (2015)


chi è senza colpa

Smartwatch free

The Drop (titolo italiano: Chi è senza colpa) è il secondo lavoro di Michaël R. Roskam, regista belga esploso nel 2012 con il film drammatico Bullhead per il quale ricevette una nomination per l’oscar al miglior film straniero. Roskam è un prospetto molto interessante nel panorama filmico di oggi e questo thriller ne è un ulteriore conferma che ci regala inoltre l’ultima ed intensa interpretazione del compianto James Gandolfini.

Trama e recensione di The drop

Bob Saginowski (Tom Hardy) è gestore di un locale nel sud di Brooklyn che gestisce con il cugino Marv (James Gandolfini) che ne era il precedente proprietario. Entrambi hanno un passato da criminali ma mentre Bob vuole andare avanti, Marv guarda indietro con nostalgia a quando era un nome rispettato nella mala.

Ora i due cugini cercano di rigare dritti pur essendo costretti ad avere a che fare con la malavita della zona. Il locale è di proprietà di una famiglia mafiosa cecena che ne fa a volte uso per scambi di denaro illeciti che nel giro della mala chiamano “Drop Bar”.

La grigia vita di Bob cambia quando si imbatte in un cucciolo di pit bull abbandonato in un cassonetto grazie al quale fa anche la conoscenza di Nadia (Noomi Rapace, che ricordiamo anche nella prima versione di Uomini che odiano le donne), una bella ragazza amante degli animali. Purtroppo il desiderio di cominciare una nuovo capitolo della vita con la giovane e il nuovo amico a quattro zampe è immediatamente messo a dura prova da due oscuri eventi: una strana rapina nel locale e la comparsa dell’ex di Nadia, l’inquietante Eric Deeds (Matthias Schoenaerts). In un crescendo di tensione intrighi nuovi si mischieranno a delitti che sembravano dimenticati, costringendo Bob a riconfrontarsi con l’odiato passato.

Ottima recitazione e buona atmosfera ma poco originale

 chi è senza colpa

Tratto dal racconto breve Animal Rescue di Dennis Lehane , The Drop  non vanta una trama tra le più originali ma in compenso può fregiarsi di un’ottima resa dell’atmosfera ottenuta da Roskam con una sapiente regia che fa combaciare bene fra loro delle eccellenti prove attoriali, un’efficace fotografia e una buona colonna sonora.

La fotografia di Nicolas Karakatsanis esalta tanto l’inverno desolato dei quartieri del sud di Brooklyn quanto i bui interni del pub e delle abitazioni, contribuendo insieme alle essenziali musiche di Marco Beltrami e Raf Keunen a trasmettere quel senso di angoscia e disagio che permea tutto il film. Un lento crescendo di tensione destinato a esplodere nel finale insieme alle azioni dei suoi protagonisti.

Un grande cast

chi è senza colpaTom Hardy si conferma uno degli interpreti di maggior duttilità del cinema moderno interpretando con grande intensità Bob, barista dallo sguardo malinconico e dal cuore d’oro che nasconde però segreti tanto gravi da non permettergli di prendere la comunione insieme ai suoi fratelli cattolici. Matthias Schoenaerts protagonista del già citato Bullhead e pupillo del regista si trova decisamente a suo agio con l’inglese e nei panni del disturbato criminale Eric Deeds. Anche lui è un talento da tenere d’occhio. Buona pure la prova di Noomi Rapace che si destreggia bene nei panni della giovane Nadia. Gandolfini come ci aveva sempre abituato ci lascia ancora con il suo cugino Marv un personaggio magistralmente interpretato e caratterizzato in tutte le sue luci ed ombre. L’unica nota stonata resta pensare che James non potrà più regalarci tali interpretazioni.

The Drop è un thriller classico egregiamente girato, assolutamente non un capolavoro ma per essere la seconda opera di un giovane regista è un lavoro notevole. Concludo dandovi solo un consiglio: ricordatevi questo nome Michaël R. Roskam perché farà strada.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 45 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.