Mercoledi, 13 dicembre 2017 - ORE:21:47

Oscar: si avvicina la notte magica


Smartwatch free

Il 26 febbraio, al Kodak Theatre di Hollywood, verranno assegnati gli 84 esimi Academy Awards. Ecco la lista delle nomination agli Oscar per il miglior film: The Descendants di Alexander Payne, The Help di Tate Taylor, Hugo Cabret di Martin Scorsese, Tree of Life di Terrence Malick, Moneyball di Bennett Miller, War Horse di Steven Spielberg, The Artist di Michel Hazanavicius, Molto forte, incredibilmente vicino di Stephen Daldry, Midnight in Paris di Woody Allen.

In pole-position sono due film: l’Hugo di Scorsese, che ha ricevuto 11 candidature, e The Artist del francese Hazanavicius, che ne ha ricevute 10. Il film di Scorsese è un omaggio al grande regista Georges Méliès e alla memoria della settima arte; il film muto the Artist, grande favorito, mette in mostra la bravura della coppia di attori Jean Dujardin e Bérénice Bejo. Per adesso, salvo sorprese, la strada sembra in discesa per il film di Havanavicius, che è bancato 1.30 come miglior film e 1.61 come miglior regia. Il film, 15 milioni di budget, oltre ad essere stato applaudito e apprezzato dalla critica di mezzo mondo (in tanti lo hanno definito “il film dell’anno”), ha trionfato anche ai Golden Globes. Neanche Martin Scorse, già premiato con diverse statuette per il film The Departed, sembra potercela fare col film rivelazione The Artist.

Woody Allen, col suo Midnight in Paris, ritrova la candidatura a miglior regista dopo 17 anni (Pallottole su Broadway) e dopo la vittoria della statuetta nel 1978, con Io & Annie. Terrence Malick, dopo le candidature di 13 anni fa per il capolavoro La sottile linea rossa, e con quattro nuovi progetti avviati, si ripresenta col film Tree of Life, che a Cannes ha vinto la Palma d’Oro. Il regista inglese Stephen Daldry si presenta col film Extremely loud, incredibly close, tratto dal bestseller di Jonathan Safran Foer, sul tema della tragedia dell’11 settembre. Bennett Miller, che nel 2005 fu candidato all’Osar per la miglior regia per Truman Capote: A sangue freddo, propone alla giuria di Hollywood un film sul baseball (sport molto amato negli USA), con Brad Pitt. Il film the Help, di Tate Taylor, narra le storie intrecciate di tre donne, due afro-americane, una bianca, che lavoreranno insieme ad un progetto segreto nella contea di Jackson, divisa dalle tensioni razziali in quartieri bianchi e neri. Steven Spielberg si presenta con War Horse, film basato sul romanzo omonimo di Michael Morpurgo, che racconta la storia di un ragazzo che parte alla ricerca del suo cavallo, venduto ai francesi, sullo sfondo della Prima Guerra Mondiale. Infine il film considerato più “politico” tra tutti quelli presentati, the Descendants, di Alexander Payne, con un grande George Clooney. Che vinca il migliore.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 55 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.