Giovedi, 27 aprile 2017 - ORE:12:57

Non lasciarmi – Never Let me go


Non lasciarmi

”Forse nessuno ha compreso davvero la proprio vita, né sente di aver vissuto abbastanza” è la frase finale del capolavoro del regista americano Mark Romanek. ”Non lasciarmi” è il film fantascientifico uscito nel 2010 e tratto dall’omonimo romanzo di Kazuo Ishiguro, il tema pregnante sono le conseguenze causate dal progresso scientifico e la spersonalizzazione dell’individuo. Il film e il romanzo non possono che farti riflettere sull’importanza dei legami, sull’inesorabilità del destino e la profonda accettazione che i personaggi hanno nei riguardi di ciò che capiterà loro.

Inghilterra, 1952, Kathy (Carey Mulligan)Tommy (Andrew Garfield) e Ruth(Keira Knightley) ,sono tre ragazzi in apparenza normalissimi, allievi dell’esclusivo collegio di Hailsham. Immersi nel verde delle campagne inglesi, isolati dal resto del mondo, seguono lezioni di arte, storia e letteratura. La storia è raccontata in prima persona dalla voce narrante di Katie H. ( si presenta così, con questa abbreviazione che già anticipa una privazione di identità), le sue parole nel film sono fedeli alla narrazione romanzesca e ne ricalcano il pathos dall’inizio alla fine.

Fin da piccoli li abituano all’idea di essere ragazzi molto speciali, ma la ragione ci è oscura fino a quando un insegnante (che poi verrà misteriosamente licenziata) non rivelerà agli allievi il loro destino: ”Ognuno di voi non farà niente altro che vivere la vita che è stata predisposta per lui, diventerete adulti ma solo per poco, prima di arrivare alla mezza età comincerete a donare i vostri organi, siete stati creati per questo”; ”E’ giusto che sappiate chi siete e perché siete qui, solo così potrete vivere una vita dignitosa”. Una volta cresciuti i tre ragazzi si trasferiscono in un cottage nella campagna inglese, dove conoscono altri che come loro sono destinati ad una tale fine, Ruth e Tommy si sono fidanzati e il loro amore turba Katie, che è sempre stata attratta dal ragazzo. L’amicizia tra i tre ormai ventenni comincia a disgregarsi, Tommy e Katie scoprono u intenso amore reciproco e tentano in tutti i modi di salvarsi dal loro inevitabile destino. Una lotta contro l’inesorabilità della scienza, un amore travolgente tra due personaggi destinati ad essere cavie, ai quali non è permesso provare sentimenti o emozioni.

Non lasciarmi è un film da guardare non solo con gli occhi ma anche col cuore, le scenografie di Mark Digby, tra l’austerità del college, la claustrofobia ovattata degli ospedali e le immense distese marine battute dal vento provocano forti emozioni; lo spettatore si trova in balia di sentimenti nuovi, intensificati ancora di più dall’ azzeccata colonna sonora della compositrice britannica Rachel Portman, che regala quel senso di onirico indefinito che avvolge tutta la narrazione. Chi guarda (e sente con tutto se stesso) questo film non può che essere travolto dalla violenza della verità a cui i protagonisti sono sottoposti.

Ishiguro, e successivamente Romanek, ha toccato con Non lasciarmi un tema estremamente attuale, in un’ intervista lo scrittore ha affermato infatti di non voler tanto mettere a fuoco il dolore dell’inesorabile, ma quanto l’atteggiamento di chi sa, di chi è a conoscenza di ciò a cui è destinato e quanto i sentimenti possono essere travolgenti al punto di far sperare fino in fondo.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 28 seconds
Scrivi la tua opinione


  • Ti potrebbe interessare

  • Link che ci piacciono

    Copy to clipboard Update my DFP setup
  • Leggi qui

  • Consigliato

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.