Martedi, 21 novembre 2017 - ORE:14:32

Meryl Streep, un successo senza fine


Smartwatch free

L’anno è davvero cominciato bene per lei: ha da poco vinto il suo ottavo Golden Globe, vinto il secondo BAFTA e ricevuto l’Orso d’oro alla carriera al festival di Berlino e, finalmente, nella serata platinata dell’Academy Award, vince anche il Premio Oscar che quasi non si aspettava più : chi, se non Meryl Streep, che porta di diritto la sua brillante carriera nell’olimpo del cinema.

L’attrice, classe 1949, ha esordito così sul palco del Kodak Theatre di Los Angeles dove ha ricevuto il premio: « Quando hanno chiamato il mio nome, ho avuto l’impressione di sentire mezza America dire : Oh no, di nuovo lei! »

Eh si, di nuovo lei, che la statuetta l‘ha ritirata per ben 3 volte a fronte di 17 nomination, salendo così al pari di altri grandi del cinema, che hanno collezionato lo stesso numero di premi: nomi come Walter Brennan, Ingrid Bergman e anche Jack Nicholson. Solo Katharine Hepburn ha saputo far meglio,unica ad aver “guadagnato” 4 statuette dorate.

Il primo Oscar la Streep lo aveva vinto nel 1979 come attrice non protagonista nel film “Kramer Contro Kramer” di Robert Benton, poi nell’83 diretta da Alan J. Pakula ne “La scelta di Sophie” arriva l’Oscar come attrice protagonista e adesso, 29 anni e 12 nomination dopo, grazie a “The Iron Lady” , può finalmente abbracciare le sua terza statuetta.

L’attrice ha battuto Glenn Close, candidata per “Albert Nobbs” , Viola Davis per “The Help”, Rooney Mara per “Uomini che odiano le donne” e Michelle Williams per “My Week With Marilyn”. «Mi sento sempre a disagio. A volte più che un’attrice mi sembra di essere un’atleta: correre per l’Oscar è come partecipare alla finale del Superbowl», ha detto la Streep commentando ancora incredula la sua vittoria da over 60. E tutto questo grazie alla magistrale interpretazione del primo ministro britannico Margaret Thatcher, nel film di Phillyda Loyd che si è aggiudicato un’altra statuetta per Miglior Trucco.

Tanta soddisfazione per l’attrice americana che, con uno stupendo abito dorato Lanvin (che la critica glamour ha troncato) ringrazia il marito Don Gummer in platea , i suoi figli e gli amici, e dedica un ringraziamento speciale al suo truccatore, collega ormai da tanti anni. «Capisco che non salirò più qui sopra!» dice al pubblico di Los Angeles Meryl Streep con un po’ di autoironia.

Sarà vero?



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 38 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.