Mercoledi, 1 marzo 2017 - ORE:18:44

Julie&Julia: grazie al burro i sogni diventano realtà


Certe volte un film può rattristarti, rallegrarti, farti riflettere. Altre volte, invece, la storia dei protagonisti è talmente ispiratrice da farti venire tanti buoni propositi in testa, e tanta voglia di portarli a termine.

Questo è il caso di Julie&Julia, film del 2009 diretto dalla compianta Nora Ephron. Esso racconta di due vite diverse e lontane nel tempo e nello spazio, unite da una cosa: un grande amore per la cucina francese. Infatti la pellicola, come specificato nei titoli di testa, prende spunto da due storie vere: quella di Julia Child, cuoca americana che raggiunse la notorietà con la pubblicazione di un libro di cucina, e quella di Julie Powell, blogger statunitense divenuta celebre grazie al food blog Julie/Julia.

Il film comincia raccontandoci di una ancora sconosciuta Julia Child, che alla fine degli anni ’40 si trasferisce a Parigi a causa del lavoro del marito. Julia, una donna energica e ottimista, adora la capitale francese, sebbene si annoi molto: abituata a lavorare da sempre, non si trova a suo agio nel ruolo di “angelo del focolare” che i francesi affibbiano alle donne sposate. La donna ama un’altra cosa della Francia: la cucina, passione che ha da sempre ma che lì non riesce ad esprimere, in quanto non parla il francese e scopre ben presto che è impossibile trovare un libro di ricette tipiche scritto in inglese.

Per occupare il tempo, decide di assecondare questa sua passione seguendo un corso di cucina francese. Le lezioni diventano da subito la sua unica ragione di vita, e un giorno, in attesa di fare l’esame finale, conosce fortuitamente una donna in procinto di pubblicare il primo manuale di gastronomia francese per il pubblico americano. Le due diventano subito amiche, tanto che, quando il libro viene rifiutato dagli editori in quanto troppo lungo, decidono di riscriverlo insieme, sacrificando anni e anni delle loro vite, mentre Julia e suo marito vengono trasferiti in altre numerose città europee, rendendo la stesura del volume più complessa.

Nel frattempo ci viene raccontata anche la vita di Julie Powell, una giovane donna del nuovo millennio, aspirante scrittrice ma costretta da forze maggiori a uno sgradevole impiego in un ente governativo, cuoca per passione e fan sfegatata della Child. Per distrarsi dal lavoro che le occupa tutta la giornata, decide di iniziare a scrivere un blog di cucina, incentrato su una sfida che lancia a sé stessa: preparare in un anno tutte le 524 ricette del famoso libro di cucina Mastering the Art of French Cooking, scritto per l’appunto dalla sua eroina.

Il folle progetto, fatto di uova, padelle, aragoste da cuocere vive e anatre da disossare, assorbe Julie fin quasi ad ossessionarla, mentre il suo blog ottiene un successo inatteso, tanto da suscitare la curiosità del New York Times che pubblica un articolo su di lei. Immediatamente numerose case editrici si interessano alla sua storia, e nel frattempo si avvicina la fine della sfida prefissata.

Il film segue parallelamente le vite delle due donne: al trasferimento di Julia corrisponde quello di Julie, a un successo della prima si accompagna quello dell’altra, a un fallimento della futura cuoca quello della blogger.

Il Los Angeles Times ha scritto del film: “Un intrattenimento esperto che ricorda i ritmi e lo stile dell’Hollywood classica, un soddisfacente rimando alla finzione dei film retrò dove i sogni impossibili diventavano realtà. E, in questo caso, accade davvero. Due volte”. Ed è esattamente quello che si prova alla vista di Julie&Julia: vedendo le due protagoniste esaudire i propri desideri, viene voglia di buttarsi in pista. O almeno, di preparare una bourguignonne.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 43 seconds
Scrivi la tua opinione


  • Ti potrebbe interessare

  • Link che ci piacciono

    Copy to clipboard Update my DFP setup
  • Leggi qui

  • Consigliato

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.