Venerdi, 20 ottobre 2017 - ORE:05:28

Addio a Giorgio Faletti, artista dal multiforme ingegno


giorgio-faletti

Smartwatch free

Si è spento oggi a 63 anni a causa di un grave male il poliedrico artista Giorgio Faletti, personaggio che nel corso della sua vita oltre che attore, comico e scrittore di successo è stato pure pittore, cantante, paroliere, sceneggiatore ed anche pilota automobilistico.

La vita di Giorgio Faletti

Negli anni 70 Giorgio si laurea in giurisprudenza ma trova presto una nuova occupazione esibendosi nei locali di cabaret di Milano dimostrando da subito un grande talento comico, calcando palchi dove altri giovani promettenti come Teo Teocoli e Diego Abatantuono lanceranno le loro carriere. Negli ani 80 lavora in Tv ad Antenna 3 e partecipa a Pronto Raffaella al fianco della Carrà. La consacrazione arriva con la partecipazione allo storico programma Drive In dove con i suoi buffi personaggi si dimostra tra i migliori comici in circolazione. La sua cavalcata sul piccolo schermo è ormai trionfale ma non smetterà mai di lavorare anche nei teatri.

Giorgio ha però altre doti oltre la recitazione e nel 1988 pubblica il suo primo mini album Colletti bianchi a cui segue nel 1991 Disperato ma non serio. Si afferma così anche nel mondo della musica partecipando per ben tre volte al Festival di Sanremo ottenendo sempre ottimi successi di pubblico e di critica. Come musicista collabora con grandi nomi del panorama italiano quali Mina, Fiordaliso e Orietta Berti, ecc…, a volte duettando con loro oppure nelle vesti di paroliere. Sono sei alla fine gli album pubblicati da Faletti musicista.

Ecco però che nel 2002 Giorgio sorprende di nuovo tutti. Pubblica infatti il suo primo Thriller (aveva già pubblicato un libro Porco mondo che ciò sotto i piedi ma di stampo umoristico), Io Uccido. Il romanzo è un successo è vende 4.000.000 di copie. Nello stesso anno è vittima di un ictus dal quale però si riprende egregiamente. Nel 2004 esce  Niente di vero tranne gli occhiil suo secondo lavoro, anch’esso un best seller. Come scrittore sono sei i suoi lavori, tutti grandi successi di vendite e di critica. I premi  più prestigiosi restano  il Premio De Sica per la Letteratura conferitogli nel 2005 dal Presidente della Repubblica e la nomina a presidente della Biblioteca Astense della sua città.

Faletti lascia il segno anche sul grande schermo con Notte prima degli esami (2006), nel quale interpreta uno spietato docente di lettere che si lega alla fine con il protagonista Luca (Nicolas Vaporidis), ricevendo una nomination ai David di Donatello come miglior attore non protagonista. Nel 2007 invece recita in Cemento armato (2007) nei panni di un terribile boss della mala. Nel 2010 partecipa a Baarìa di Giuseppe Tornatore.

Il poliedrico artista si è sempre giostrato tra televisione, musica, teatro e scrittura senza mai abbandonare nessuna di queste sue passioni bensì coltivandone altre meno conosciute come la pittura, la filantropia e le corse automobilistiche. Come pilota infatti ha partecipato a due competizioni valevoli per il campionato del mondo FIA di rally: Il Rally di Sanremo nel 1992 e quello di Montecarlo nel 1998.

La scomparsa di Giorgio Faletti così improvvisa e repentina è un dramma terribile  perchè ci priva di una delle menti più brillanti del panorama italiano degli ultimi 40 anni, un artista dal multiforme ingegno come ne restano ormai pochi al mondo. Uomo di raffinata intelligenza ed ironia, Faletti era famoso per il suo sarcasmo, con il quale era solito affrontare tutti gli eventi della sua vita, nel bene o nel male come la tremenda malattia che alla fine ha avuto la meglio. Citando una delle sue frasi preferite  “La leggenda non vive. La leggenda vive anche dopo la morte.”è quello che noi tutti ci augriamo, che il ricordo di un così grande artista non vada perduto.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 42 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.